• +39 345 936 5261
  • marco@luganawinetours.com
  • Mon - Sun: 9:00 - 18:30
  • +39 345 936 5261
  • marco@luganawinetours.com

Lugana: ecco le caratteristiche delle sue 5 tipologie

Lugana: ecco le caratteristiche delle sue 5 tipologie

Non solo il bianco d’annata! Ecco una piccola guida per conoscere (e saper scegliere) tutte le varianti del vino DOC del basso Garda

Parlare di Lugana, la maggior parte delle volte, equivale a parlare di un ottimo bianco d’annata fresco, perfetto per primavera/estate e che spesso si associa al pesce di lago. Il Lugana ‘base’, dopotutto, occupa il 90% della produzione con questa denominazione. Quel che i meno attenti trascurano, però, è il fatto che il restante 10% sia impiegato per realizzare altre quattro diverse tipologie, con la stessa hmatrice (turbiana), ma caratteristiche molto differenti in grado di adattarsi ad ogni gusto ed esigenza.

Ecco, quindi, tutte e cinque le tipologie di Lugana:

  • Lugana. La versione ‘base’ che tutti conosciamo e che ha fatto innamorare tutto il settore. Il colore è un caratteristico giallo paglierino con riflessi verdognoli. L’odore è delicato e il sapore è molto armonico, morbido e leggermente agrumato. È un vino che si gusta anche con pasti leggeri o senza accompagnamento alimentare.

  • Lugana vendemmia tardiva. Questa variante più complessa e sperimentale si ottiene tramite surmaturazione in pianta. Le uve vengono raccolte tra ottobre e novembre, nel momento in cui sono più ricche. Il colore è dorato e l’odore piuttosto intenso, ma gradevole. Il sapore è vellutato e denso, tendente al dolce, ma in maniera perfettamente bilanciata.

  • Lugana spumante. Il Lugana spumante ha una lunga tradizione, tanto che i primi tentativi di spumantizzazione avvennero sul finire dell’800. Oggi, questa variante viene prodotta sia col metodo classico che col metodo Charmat. Il colore è paglierino intenso, il sapore è molto fresco, armonico e fine. L’odore si presenta complesso e raffinato in caso di utilizzo del metodo classico e agrumato se ottenuto col metodo Charmat.

  • Lugana superiore. Questa tipologia è una variante del Lugana che non teme l’invecchiamento. Per produrlo, infatti, necessita di un affinamento lungo almeno un anno. Il suo colore è un paglierino che tende, poi, al dorato durante l’invecchiamento. L’odore è molto delicato, ma articolato, con sentori di erbe di campo, agrumi, nocciola e mela matura. Il sapore è morbido e corposo con una sapidità minerale.

  • Lugana riserva. Infine, il riserva è la variante che necessita più tempo in fase di produzione con un affinamento di ben 24 mesi, 6 dei quali in bottiglia. Il colore e l’odore sono simili al Lugana superiore (dopotutto ne è una specie di evoluzione). Aggiunge, in sede olfattiva, una maggior complessità con un sentore balsamico. Il sapore è sapido, armonico, secco e corposo con una mineralità calda al palato.

Piaciuto l'articolo?

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Condividi
Condividi su linkedin
Condividi
Condividi su pinterest
Condividi

Lascia un commento